martedì 21 dicembre 2010

Buon Natale...miao Miaaaaooo!



TANTISSIMI AUGURI DI Buon Natale ...sempre se il vostro gatto ha lasciato integro presepe e albero!

domenica 12 dicembre 2010

cheescake alla nutella

Bella, Buona e d'effetto! OH questo è un dolce per sorprendere, uno di quei dessert che fanno fare "Ohooo".
Ieri ne ho fatta una per una mia amica, che voleva portarla ad una cena, e ancora non so se hanno gradito ma io mentre la preparavo, qui e lì ho assaggiato e suprava di tanto le mie aspettative! Prendete Carta e penna e segnate...
Ingredienti:
per la base:
  • 250 g biscotti secchi "principe" (quei biscotti tondi grandi con in mezzo il cioccolato)
  • 80 g burro
Per la crema:
  • 320 g di philadelphia
  • 6/7 cucchiai di nutella
  • 4 cucchiai zucchero a velo
  • 180 ml di panna da montare
Preparazione:
Dovete usare una tortiera tonda a cerniera per questo dolce e
non c'è bisogno del forno, userete solo il frigo.
Prima preparate la base schiacciate in una ciotola tuti i biscotti
io uso un mattarello ma se avete un tritatutto va bene lo stesso
, devono essere ben tritati finemente, eintanto mettete a sciogliere il burro in un pentolino. Quando il burro è fuso aggiungete ai
biscotti sbriciolati e amalgama bene tutto, versa questo composto
 nella tortiera e livella i biscotti per bene pressandoli molto, mettete in frigorifero per 20 minuti.
Adesso versate tutto il philadelphia nella ciotola e aggiungete
 lo zucchero a velo, con la frusta lavorateli bene fino a far
diventare il composto spumoso. Aggiungete la nutella e continuate
 a lavorare bene. Montate la panna con le fruste prima con una
 forza media e poi al massimo, devono montarsi tanto
,per vedere se la panna è montata bene inclinate leggermente
 la ciotola e se la panna non scivola la panna è pronta.
 Aggiungetela alla crema, ma non usate le fruste,
usate un cucchio di legno o una spatola, giranto in modo
 ampio e lento altrimenti la panna si straccia.
Tirate fuori la base dal frigo e versate il composto sopra, livellatela bene, e mettetela in frigo per 8 ore, meglio se la fate la sera prima per il giorno dopo.
Questa ricetta è coperta da copyryght, ogni utilizzazione nel web o in altri blog senza previa autorizzazione 

martedì 30 novembre 2010

Brownies tutto cioccolato

Ieri pioveva, faceva freddo ero sola a studiare  una cosa ma no capivo il perchè lo stessi facendo e in un momento di disperazione ho preso una decisione..adesso faccio i brownies! Ecco qua!

 Ingredienti per 24 brownies
 150 g di farina 00
 250 g di cioccolato fondente
 250g di burro  
 4 uova grosse (o 5 se sono piccole)
 200 g di zucchero semolato
50 g di zucchero di canna chiaro 1 cucchiaino e mezzo di essenza di vaniglia

 sale

Preparazione


Fate fondere a bagnomaria il burro con solo 125 g di cioccolato fondente tritato grossolano. Rimescolate con cura fino ad amalgamare completamente i due ingredienti, togliete da fuoco e fate intiepidire.
lavorate le uova con lo zucchero bianco e quello di canna fino ad
ottenere un composto piuttosto gonfio e spumoso. Mettete un pizzico di sale
,In una ciotola capiente lavorate con le fruste elettriche le uova insieme allo zucchero bianco e a quello di canna  fino ad  il cioccolato che avevate precedentemente fuso insieme al burro e la vaniglia, mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungete infine la farina setacciata poca alla volta sempre mescolando e per ultima la rimanente metà del cioccolato fondente tritato grossolano.

Versate il tutto in una teglia rettangolare delle dimensioni di 33 x 23 cm (la mia era 29 x 25) rivestita di carta da forno livellando bene per uniformare la superficie. Fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti, controllando il grado di cottura con uno stecchino che dovrà uscire leggermente appiccicoso (non superate questo tempo di cottura altrimenti i brownies perderanno la loro consistenza fondente). Lasciateli raffreddare e  sfornateli aiutandovi con la carta da forno e tagliateli a cubetti su di un tagliere. Trasferiteli su di un piatto da portata e servite.
Nota:i non utilizzate teglie più grandi della misura indicata altrimenti rischiereste di ottenere un risultato finale troppo basso e sottile.




Buon ingozzamento

venerdì 26 novembre 2010

Ecco la mia famiglia.. animale!

 Oggi voglio farvi conoscere i miei familiari a 4 zampe, i miei amori, i miei amici e le mie più grandi gioie!
A casa mia ci sono stati sempre tanti animali, e all'inizio abbiamo dovuto vincere la resistenza di mio papà ad avere i gatti in casa..ma dalla prima gattina che si è fatta adottare, intrufolandosi in casa dopo essersi salvata da un fiume in cui era stata gettata da qualche mostro, ha fatto si che mio padre si innamorasse di questa educata e gentile gattina siamese dagli occhi azzurri. Da quel momento in po siamo stati popolati dai gatti!


Questa è Cleo la più grande, ho messo questa foto perchè è tipico di lei mettersi al sole con queste posizione assurde e rimane così immobile a rosolarsi al sole, è la più dolce coccolosa vuole essere accarezzate te lo chiede, e se tu prendi un libro, un giornale o una lavoro di cucito o di maglia in due secondi lei arriva e si piazza sopra!Ah mangia il melone lo adora!





Questa è Margherita è una figlia di Cleo! Io le dico sempre che il gatto con gli stivali, perchè è furbissima, ma il più delle volte non vuole scocciature,se però passa qualcuno che non conosce comincia a fare la smorfiosa, si fa fare le foto e le carezze da chiunque!è agilissima fa dei salti pazzeschi. Quando dorme russa..


Questa è Isotta, è la più matta ,chicchiera in continuazione, miagola, appena ti vede ti racconta tutto, il problema è che urla, se vuole le carezze e tu gliene fai solo una comincia a miagolare come una matta. Quando papà torna a casa da lavoro lei gli va incontro e miagola!
Chissà che vorrà dire!



Questo è Pepe il mio amore che vive con me a Perugia. E' paurosissimo, in casa non possiamo alzare la voce o battere le mani che lui si sconvolge. Ha un miagolio strano lo chiamo MARCHIGIANO, perchè lui non fa Miao lui dice "Miauuuù"!Essendo figlio di Isotta miagola in continuazione. è sempre vicino a me e la notte mi dorme appiccicato.E' un gatto da riporto, se tiro la sua pallina lui la prende e la riporta a me. Ah è rimasto chiuso in un negozio di antiquariato una notte intera, io ero disperata e mentre lo chiamavo in giro per il paese ho sentito "Miauuu Miauuuu" e per fortuna l'ho trovato!

Questa è Matilda, sorella di Pepe. Lei è piccolina e fa tanti versi strani, arriccia il naso mentre dorme se la disturbi e s comincia a fare le fusa non smette più, ha degli occhi azzurri pazzeschi, e ti fissa come se ti volesse dire qualche cosa". Quando porto Pepe a casa, lo massacra sempre, non lo sopporta! Mi fa pensare ad un lemure, perchè è tutta bianca e poi a la coda a strisce!mangerebbe in continuazione!


Invece questi due gattini sono Ignazio e Maurizio i figli di matilda, sono carinissimi e simpaticissimi, matti. ma proprio matti ignazio lo trovi sdraiato nei posti più assurdi, anche nell'ingresso di casa tu ci passi sopra e lui niente.Famelici tutti e due...Maurizio è il cocco di mio papà perchè l'ha curato quando era piccolo, papà non riesce a fare neanche le scale perchè lui gli sta sempre in mezzo ai piedi...che vi devo dire...avranno il gene della pazzia!

giovedì 25 novembre 2010

Vellutata di zucchine e patate con pancetta croccante


Allora, ieri sera non avevo molta voglia di cucinare perchè stavo scrivendo un seminario per l'università! All'ultimo momento ho avuto un'illuminazione mi sono ricordata di una ricetta di Cotto e Mangiato, una vellutata di carote, io ovviamente le carote non ce l'avevo, e allora ho preso le zucchine e vi assicuro che con i soliti cambiamenti che mi vengono tanto bene, è venuta buonissima, non l'avevo mai fatta prima, e mi è riuscita veramente bene!

Ingredienti per 4 persone

  • 3 zucchine grandi
  • 3 patate medie
  • 80 ml panna liquida da cucina
  • dado vegetale
  • cipolla
  • olio extravergine d'oliva
  • pancetta
  • parmiggiano reggiano
  • sale
  • peperoncino in polvere
  • curry
  • 1 uovo
  • 4 fette di pane bruscate
Preparazione
  1. Lavate e tagliate e pezzetti le zucchine e le patate .Prendete una pentola abbastanza alta e capiente metteteci un po' di olio e la cipolla a pezzettini, fate soffriggere leggermente
  2. Aggiungete le verdure al soffritto girando spesso per insaporirle tutte.Intanto fate riscaldare 1 lt di acqua con il dado vegetale.e versatelo nella pentola con le verdure.lasciate cuocere fino a quando le verdure saranno ben lessate.
  3. Quando saranno ben cotte, con un frullatore ad immersione frullate bene tutte le verdure fino ad avere una purea.
  4. Continuate a cuocere a fuoco basso,aggiungete poi  la panna liquida e mescolate bene aggiungendo anche due cucchiai di parmigiano
  5. in una padellina con un goccio di olio mettete la pancetta fatta  a pezzettini piccoli a rosolare fin quando non saranno croccanti e poi spegnete il fuoco.
  6. provate la vellutata la quale probabilmente sarà un po' dolce e aggiungete sale, due punte di cucchiaino di peperoncino, e una punta di cucchiaino di curry.. Intanto mette il pane a bruscare bene.
  7. All'ultimo momento quando dovete servire la vellutata, rompete un uovo e versatelo intero nella vellutata girando bene con una frusta o un cucchiaio, altrimenti il tuorlo rimane chiuso.mescolate bene .
  8. versate la vellutata nel piatto e aggiungete sopra un po' di pancetta croccante e portate le fette di pane a tavola.                                         


Buona cena, vi riscalderà il cuore!

martedì 23 novembre 2010

mezzemaniche cavolfiore e guanciale con l'ingrediente segreto...

Questo primo piatto me l'ha cucinato un gourmet per eccellenza, un'amante delle cose belle, dei gusti particolari, il mio bellissimo ragazzo. Il più delle volte sono io che cucino a lui ma quando ha tempo cerca sempre di farmi stare bene anche cucinando le sue specialità. E quindi quando me lo cucina po quando io cucino qualcosa per lui ci metto sempre l'ingrediente segreto che rende tutto più buono...

Questa ricetta va benissimo in questo periodo un po' calorica , io quando faccio questo primo piatto mangio solo questo perchè è un po' pesante!

Ingredienti per 4 persone
  • 2 fette di guanciale (non tesa, quella rotonda)
  • 500g cavolfiore (a gusto può essere anche di più o di meno)
  • aglio
  • peperoncino fresco
  • olio
  • pepe nero
  • mezzemaniche 4 h
Preparazione

  1. Dopo aver lavato e tagliato a pezzi  il cavolfiore mettere a lessare in abbondante acqua salata.
  2. Intanto tagliate a pezzettini il guanciale e mettetelo in una piccola padella antiaderente con in goccio solo di olio, senza coperchio per farlo rosolare a fuoco lento,senza bruciarlo.
  3. in un'altra padella più grande mettete un dito di olio, sembra tanto ma verrà assorbito poi dal calvolfiore, l'aglio spaccato a metà senza l'anima, e un po' di peperoncino fresco a pezzettini con pochi semini dentro.Con il fuoco basso fate soffriggere.Quando vedete che ha soffritto abbastanza spegnete il fuoco.
  4. Quando il cavolfiore è cotto, ma non troppo, non scolatelo ma togliete il cavolfiore con una schiumarola lasciando l'acqua a bollire. e mettetelo nella padella con il soffritto che avrete riacceso per farlo insaporire lentamente mescolando spesso.  
  5. Mentre versate il guanciale nei broccoli e soffritto, mettete a lessare la pasta nell'acqua del cavolfiore.


Quando la pasta è pronta scolatela e mettetela ad insaporire nella padella aggiungendo un po' di pepe nero, e se ci riuscite togliete i pezzetti di aglio. Quando impiattate all'ultimo momento aggiungete delle scaglie di parmigiano reggiano sopra, ma solo a chi piace.  

Buon Pranzo!

sabato 20 novembre 2010

Ciambella Paradiso

La ricetta di questo dolce l'ho presa da Petit Chef, ma anche qui ho fatto dei piccoli cambiamenti, come sempre, delle volte i miei cambiamenti sono dettati dal gusto altre dalla comodità di usare le cose che ho in casa e se qualche ingrediente manca o lo sostituisco o lo ometto direttamente e il più delle volte la ricetta funziona lo stesso!Comunque questo ciambellone è fantastico, morbidissimo, leggerissimo...sembra una nuvola con tutto lo zucchero a velo sopra e va benissimo per un pomeriggio freddo riscaldato da un buon Thè..ma adesso vediamo la ricetta!

Ingredienti:
  • 3 uova
  • 250 g di farina
  • 250 g di zucchero
  • 130 g di olio di semi
  • 130 g di acqua
  • bustina di lievito per dolci
  • bustina di vanillina
  • pizzico di sale
  • zucchero a velo
Preparazione
Montare bene le uova con lo zucchero aggiungere l'olio di semi a fino sempre mescolando e poi l'acqua. 
Unire la farina setacciata al sale al lievito e alla vanillina e amalgamare bene alle uova montate precedentemente, mescolando senza smontare l'impasto

Versare l'impasto in una teglia a ciambella imburrata e infarinata bene e cuocere a forno caldo a 180° per 40 minuti.


Consiglio... quando la ciambella ha terminato la cottura non toglietela subito dal forno ma spegnete il forno leggermente aperto e lasciate la ciambella dentro qualche minuto..in questo modo..eviterete che la ciambella si sgonfi. Poi girate la tortiera in un sotto torta come nella foto. E spolverizzate la ciambella con abbondante zucchero a vero.

Buon Thè.

venerdì 19 novembre 2010

Salsicce della vendemmia

Io ho scritto salsicce della vendemmia perchè nella ricetta originale, che ho preso dalla rivista di Sale e Pepe, nel procedimento c'è l'aggiunta di vino bianco... io invece anche questa volta ho cambiato qualcosa..ma l'elemento principale della vendemmia ossia l'uva di certo non manca. Questa ricetta è tipica della mia regione dell'umbria e la consiglio vivamente perchè stempera e alleggerisce un piatto con le salsicce, che di solito leggero non è. Di solito per le ricette con le salsicce prendo sempre quelle del mio paese di Visso, eccelso nella preparazione di salumi e insaccati. Preferisco le salsicce macinate fine con poco pepe e senza aglio assolutamente! Provate per credere!
Ingredienti per 4 persone:

  • 8 salsicce
  • un cucchiaio di aceto balsamico (o mezzo bicchiere di vino bianco)
  • un grappolo di uva bianca e uno di uva nera
  • pepe nero

Preparazione:
  1. Lavate l'uva, sgranatela, e asciugatela.
  2. togliete la pelle alle salsicce e mettetele a rosolare in una padella calda
  3. Quando le salsicce saranno rosolate  da entrambe i lati aggiungete un dl di acqua calda e proseguite la cottura su una fiamma media fino a che l'acqua sarà completamente evaporata.
  4. Schiacciate gli acini di uva bianca con uno schiaccia patate e raccogliete il succo in una ciotola. Bagnate la salsiccia con il succo d'uva e l'aceto balsamico (o il vino bianco)e lasciate evaporare, unite un po' degli acini d'uva nera tagliati a metà nella padella.
  5. Proseguite la cottura per circa 15 minuti a fuoco dolce, girando le salsicce di tanto in tanto. Pepate e servite le salsicce irrorate con il loro sugo di cottura.

Sono Buonissime datemi retta, io le ho accompagnate con una insalata mista per sgrassare la bocca dalla robustezza di questi sapori.
Buona Cena

mercoledì 17 novembre 2010

Torta Americana (di mais)

Oggi Ho provato una ricetta della famosa Benedetta Parodi, ma ho cambiato nome al dolce perchè la ricetta prevede sia la farina bianca che la farina di mais. E visto che il mais non è propriamente un prodotto italiano ma come sappiamo tipico prodotto americano,l'ho voluta chiamare Torta Americana. Comunque io ho fatto alcuni cambiamenti alla ricetta originaria aggiungendo delle gocce di cioccolato. Consiglio questa torta per la colazione, è molto buona e la farina di mais le da una friabilità molto gustosa.
Ingredienti
  • 110 burro fuso ,
  •  200 zucchero
  • 3 uova,
  • 160 farina gialla(farina di mais, quella per la polenta fioretto),
  •  210 farina bianca 
  • gocce di cioccolato
  • 1 dustina lievito per dolci, 
  • 1 bustina vanilina,
  •  pizzico di sale 
  • 180gr 30’
Preparazione
Mettete in un recipiente la farina bianca setacciata e la farina di mais con il lievito e la vanillina in polvere, il pizzico di sale e mescolate bene, in un'altra ciotola mettete le uova con lo zucchero e amalgamale bene con la frusta, poi aggiungi il burro fuso.
Dopo poco a poco aggiungi le farine e continua ad amalgamare con le fruste elettriche.Se il composto è troppo denso e si attacca alle fruste , aggiungete un goccio di latte e infine un po' di gocce di cioccolato.
Prendete una teglia da forno con la cerniera imburrata e infarinata e versate il composto.
Forno caldo a 180° per 30 minuti, quando la torta è pronta spegnete il forno apritelo leggermente e lasciate la torta dentro per qualche minuto.  Dopo aver sfornato la torta spolverizzatela con lo zucchero a velo.


Buona Colazione.

venerdì 12 novembre 2010

Mi presento, sono Stitch...

Salve Sono Stitch un Setter  Inglese di 6 anni .Sono grande di età ma sembro un cucciolo, non litigo mai con nessuno anche se ogni volta che incontro qualche altro cane mi abbaia sempre..il perchè però non l'ho capito! Mi piace correre, mangiare i biscottini e farmi fare le coccole. Mi faccio spazzolare  sempre anche perchè se no i riccioli diventano degli insopportabili nodi. Super agitato e iperattivo, devo sempre vedere qualcuno dei miei familiari a due zampe e se mi fanno anche qualche coccola sto meglio. Sono Socievole con tutti se qualcuno mi dice una parola carina io mi metto seduto e aspetto che mi facciano una carezza. Mi piace tanto fare pubbliche relazioni nel mio paese quando esco con la mia Padroncina preferita che mi vuole tanto bene. Ogni tanto faccio qualche danno...ma solo perchè sono irruento.
Quando la mia padroncina sta a perugia con quel gatto che si chiama pepe( Non ho capito perchè non porta anche a me con lei bo?)a me piace stare libero nei giardini di casa mia, stravaccato nella mia sdraio...il problema è che i 4 gatti che abitano con me mi fregano sempre la sdraio e appena possono mi fanno gli scherzi e mi graffiano! La mia padroncina dice che devo abbaiare per cacciarli.. ma io non ho voglia , che bisogno c'è di fare tutto quel chiasso! Tanto esce sempre qualcuno e li caccia! Io Vorrei giocare con loro..ma evidentemente non la pensano nello stesso modo! Io vivo bene e sono felice, a parte quando mi fanno il bagno, ho tutti gli agi e le comodità una cuccia fresca per l'estate è una più calda con la coperta per l'inverno sempre acqua fresca e cibo in abbondanza (per me cucina dei papponi buonissimi Il mio familiare più grande..il signore che mi porta sempre a correre in montagna, gli voglio tanto bene) appena posso mi intrufolo in casa e mi stravacco sui divani...e mi ci fanno restare!Ah a gennaio mi fidanzerò ufficialmente con una setterina di nome Pegghy..Non vedo l'ora! In questa casa mi sento rispettato e amato, e tante volte penso a tutti quei cani che vivono legati ad una catena, sempre chiusi in un piccolo recinto sporco e con l'acqua paludosa, con persone che non fanno mai una carezza e sanno solo fare gesti di  violenza, a quei amici cani e gatti maltrattati, ma i veri animali sono loro anzi no, perchè mai nella natura un animale è stato mai così crudele e malvagio, mai un animale ha fatto del male fine a se stesso solo per il gusto di provocare dolore. Loro sono MOSTRI SCHIFOSI, I BASTARDI SONO LORO, che abbandonano il cucciolo che hanno preso a natale per fare bella figura con gli amici , che gettano i cuccioli di cani e gatti nel fiume dentro una busta, che ci usano per fare esperimenti INUTILI E GRATUITAMENTE DOLOROSI, per vedere come reagiamo, sono loro i mostri che ci tagliano coda orecchie che ci incattiviscono e ci fanno lottare. Io penso a loro, e spero e mi auguro, possano cominciare a trattarci come creature di Dio perchè mi dispiace per queste persone ma siamo tutti creature del Signore e come tali dobbiamo essere trattati.

 "Altissimu, onnipotente bon Signore,

   Tue so' le laude, la gloria e l'honore et onne benedictione.

   Ad Te solo, Altissimo, se konfano,

   et nullu homo ène dignu te mentovare.Laudato sie, mi' Signore cum tucte le Tue creature,"

giovedì 11 novembre 2010

Sauce d'arachide avec du poulet et du plantain bouilli





Ingredienti per 4 persone:
  • Un barattolo di burro d'arachidi da 250g
  • mezza cipolla bianca
  • 1 aglio
  • passata di pomodoro 500 g
  • petto di pollo600g
  • 4 platani maturi (banane grandi)
  • 200g riso basmati
  • pepe
  • peperoncino
  • sale 
  • olio extravergine.

Preparazione
  1. Metti a soffriggere i una pentola abbastanza alta la cipolla fatta a pezzetti con l'olio facendo attenzione che la cipolla non bruci mai e non si scurisca. 
  2. Quando la cipolla si è ammorbidita aggiungi il petto di pollo fatto e pezzetti non troppo piccoli e lascialo rosolare per 10 minuti facendo sempre attenzione alla cottura
  3. Versa il pomodoro nella pentola insieme all'aglio e gira il composto. Fai cuocere per altri 10 minuti
  4. Riempi 'acqua metà bottiglia della passata di pomodoro  e versala nella pentola, e lascia cuocere bene lentamente a fuoco medio/basso
  5. Prima che il sugo raggiunga la cottura finale , aggiungere 3/4 del barattolo di burro d'arachidi al sugo mescolando bene e farlo cuocere ancora 20 minuti.aggiungi a piacimento pepe e peperoncino
  6. Adesso prendi il platano che deve essere maturo, togli le due estremità e la buccia. Metti a lessare il platano in acqua leggermente salata e toglili dal fuoco quando li senti morbidi alla forchetta, non devono raggiungere una cottura eccessiva altrimenti si spappolerebbero.
  7. Prima di servire il piatto lessa anche il riso che deve essere ben cotto.
A tavola potrete portare il piatto all'ospite con le tre componenti divise , il sugo, il riso e il platano a pezzi, oppure portare 3 diversi recipienti  a tavola e gli ospiti si serviranno da soli.
Io non ho messo sale perchè il burro d'arachidi per il mio gusto dà la giusta sapidità al piatto ma voi provatelo in corso di cottura e aggiungete il sale.

Per chi è in cerca di nuovi sapori esotici e si è rotto del solito finto cinese involtino questa è la ricetta giusta..Provate!!!

Buona Abbuffata!

domenica 7 novembre 2010

Deve Pippiare...

C'è chi dice che di giovedì si fanno gli gnocchi, chi dice che venerdì sempre pesce e chi da bravo intenditore la domenica fa il RAGU'. Ci sono due versione del ragù quello bolognese e quello napoletano. Non posso oggi darvi la ricetta perchè prima devo sperimentare tutte e due le tipologie e poi vi potrò dire la mia preferenza .
Ma aspettando i miei tentativi mi sono venuti in mente due film il primo è con Sofia Loren "sabato domenica  e lunedì" molto bello e divertente...

e l'altro è "Incantesimo Napoletano" una chicca di film troppo simpatico mi sono sbellicata dal ridere racconta la storia di una tipica famiglia napoletana a cui nasce una bimba che però di napoletano non ha nulla, chiama i genitori Papi e Mami invece di Papà e Mammà, e da grande vorrebbe aprire una Fabbrichetta con il suo amico Giampi! Vi prego se vi capita dovete guardarlo assolutamente.

sabato 6 novembre 2010

(Ricette Golose)Pizza rustica agli spinaci

Sto Aspettando una persona speciale per cena e ho deciso di fare questa ricetta, che io presenterò come piatto unico o al massimo accompagnato con qualche contorno .
Ingredienti

  • 2 dischi di pasta sfoglia
  • 600g spinaci congelati
  • 150g di speck a fette
  • 1 mozzarella
  • mezzo galbanino
  • 2 cucchiai di formaggio fresco
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • olio q.b.


Preparazione
Lessare gli spinaci  in acqua salata, intanto fare a pezzetti lo speck  lasciando5/6 fette intere,poi tagliare il galbanino e la mozzarella.
Quando i spinaci sono pronti farli scolare per bene per togliere tutta l'acqua di cottura altrim3nti la pizza rimarrà bagnata. Mettere gli spinaci in una grande ciotola e aggiungere lo speck e i cubetti di formaggio aggiungere il parmigiano il formaggio fresco e mescolare bene, un pizzico di sale(o di più io tendo a fare tutto sciapo)l'olio e amalgamare il tutto. Mettere il discho di pasta sfoglia su carta forno e adagiarlo in una pirofila da forno mettere su tutta la superficie delle fette di speck , aggiungere il composto e disporre le altre fette di speck, poi chiuderlo con il secondo disco di pasta sfoglia. Prima di infornare spennellare la pizza con il tuorlo d'uovo.
A 180° per 40 min.


Per  accompagnare questa torta rustica Ho preso una Malvasia Nera  del Salento.
Spero che la serata vada bene!

mercoledì 3 novembre 2010

(Ricette veloci) Pollo al rosmarino...che tragedia!

Stasera ho quasi avvelentao mio padre, bè avvelenato no, ma di sicuro gli ho rovinato la cena.
Volevo fare il mio tipico pollo al rosmarino ma ho voluto utilizzare un consiglio di un sito di cucina che diceva che per rendere più morbido il pollo a pezzettino cotto in padella prima bisogna ricoprirlo con il bicarbonato e poi di lasciarlo stare 30/40 min in frigo. Dopodichè bisogna lavarlo sott'acqua per bene...bè si vede che io non l'ho lavato bene..non lo so, ma dopo averlo lavato l'ho infarinato e messo in padella con abbondante olio o dopo averlo rosolato ho aggiunto sale e rosmarino. l'ho cotto bene e ha acquistato un bel colore dorato l'ho assaggiato e...sapeva di SAPONE!!! cacchio, papà non lo sentiva (o almeno è troppo educato e gentile per dirlo) e comunque ha detto che il bicarbonato non fa male..e quindi l'abbiamo mangiucchiato. Blah!!
Comunque saltando il passaggio del bicarbonato consiglio vivamente questa ricetta veloce e gustosa.
ops

giovedì 28 ottobre 2010

Pizzoccheri della Valtellina

Domani si va in Valtellina, uno dei luoghi della nostra bella Italia dove non esiste l'olio...ossia esiste ma non viene usato e al suo posto ovviamente si cucina con chili e chili di grasso unto burro d'alpeggio.
Prodotto squisito e frutto delle bellissime mandrie di mucche che si possono vedere in tutta la valtellina.
Questo comporta che ogni piatti tipico del luogo propone delle calorie assurde e con un solo boccone si è sazi per ore.Alcuni dei piatti più buoni sono gli sciatt, i taroz e i buinissimi Pizzoccheri quinta essenza del gusto e del piacere Burroso..
ingredienti per 8 persone:
- 1 kg di coste (bietole o erbette)
- 8 hg di Casera Valtellinese
- 8 hg di patate
- 1/2 kg di pizzoccheri
- 250 g di burro
- un mazzetto di salvia
- 2 spicchi d'aglio
- parmigiano reggiano q.b.
Lessare 1 kg di coste, e 8 hg di patate tagliate a pezzi. Aggiungere alle verdure dopo circa 10 minuti, 1/2 kg di pizzoccheri e terminare altri 10 minuti circa. Nel frattempo, tagliare finemente 8 hg di Casera Valtellinese; in un pentolino far rosolare 200g di burro con due spicchi d'aglio e la salvia. Scolare la pasta e la verdura, versare in una pirofila, condire con il burro aromatizzato, togliendo l'aglio e la salvia, aggiungere il formaggio e parte del parmigiano e mescolare. Coprire col restante formaggio!Ovviamente vanno mangiati caldissimi, perchè freddi perdono parte del loro sapore.
ASSOLUTAMENTE NON CALCOLATE LE CALORIE DI QUESTO PIATTO..
Buon appetito!

Così ogni mattina mi sveglia Pepe..


video