mercoledì 26 ottobre 2011

Casette del latte.. una novità da coltivare

.La prima che ho visto, è stata a Tortoreto Lido, andavo lì la sera con il mio ragazzo e ci mettevamo a bere dalla bottiglia un latte buonissimo freddo e gustoso ( latte non pastorizzato che andrebbe bollito, ma essendo tutto naturale e sano non c'ha mai fatto male), sembravamo due alcolizzati di latte. Che sballo!
Poi l'ho trovata a Perugia davanti al centro commerciale collestrada...latte buono bottiglie un po' care(1 euro).  Adesso l'hanno messa anche nel mio paesino marchigiano a Visso una casetta del latte con bottiglie di plastica a 0,20 cent e quelle di vetro a 0.50cent, all'ultimo grido super teconologica e automatica per ridurre al minimo l'ingresso di batteri nel latte e garantire un'igene e una sicurezza assoluta. In tutte queste casette si può prendere alla spina del latte a km 0 ottimo, da bollire per mantenere più a lungo o comunque per scremare leggermente. E la cosa bella che mentre nei negozi un litro di latte fresco intero si paga anche euro 1,60/1,70 . in queste magiche casette lo paghi un litro solo 1 euro e puoi anche prendere mezzo litro di latte a 0.50 cent. Quello che mi piace da morire è il fatto che è a Km 0 e quindi la sua vendita e distribuzione non introduce inquinamento di nessu genere e che potrei conoscere tutte le mucche caroline che lo producono.So da dove viene quel latte, cosa hanno mangiato quelle mucche, se sono tenute bene, se la loro stalla è a norma se si rispettano le norme di igene di rispetto per questi bellissimi animali. Cosa che non posso assolutamente sapere con il latte comprato al negozio...Mi sbaglio o ultimamente si è parlato di latte blu, di mozzarelle con la varicella?
Bè per una volta possiamo essere sicuri di quello che beviamo o mangiamo, anche per i bambini è un latte perfetto (dopo bollitura). Spero che questa sensazione ce l'abbiano avuta in molti e che questa buona usanza possa conservarsi e espandersi in tutte le città e paesi.(Multinazionali permettendo)

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Dove si trova di preciso a collestrada?

ChefPepe ha detto...

Bè se sei già stato al centro commerciale che si trova a collestrada è impossibile che tu non l'abbia vista perchè si trova proprio difronte all'ingresso principale vicino al posto dove vendono i biglietti dei concerti, dove c'è anche la piadineria hai capito? se ti vuoi portare la bottiglia da casa ricordati che deve avere l'imboccatura larga da bottiglia per il latte se no non ce la fai a versarlo dentro.
Buona bevuta!

Anonimo ha detto...

Una volta però a Tortoreto c'era un figo di nome Claudio, altro che latte...

ChefPepe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ChefPepe ha detto...

Scusa chi sei?

Valentina ha detto...

buonissimo il latte fresco! praticamente ci fai un pasto completo, ma ha un gusto così ricco e saporito!

elena ha detto...

Ciao, sono anch'io una sostenitrice di questi distributori..il latte è molto più buono. Qui da noi in Emilia ci sono già da 4-5 anni, ma nel mio paese solo da 1. Lo chiamo bancolat e spesso ci vado a prenderlo, ho provato anche a bare il burro, con 2 litri si riesce a produrne circa 25g....tutto un'altro sapore...baci elena

grEAT ha detto...

interessante. a quanto ne so, ma io non li ho mai cercati, c'è anche nei dintorni di milano qualche punto vendita tipo quello che descrivi.

ChefPepe ha detto...

Il latte è veramente buono, oltretutto aiuta l'economia locale e gli allevatori locali.Meglio investire nel proprio paese no?

LaFataGolosa ha detto...

pensa che in montagna da mio zio... l'hanno tolta!!!
uèèèèè, la rivoglio!!!

Posta un commento