mercoledì 17 novembre 2010

Torta Americana (di mais)

Oggi Ho provato una ricetta della famosa Benedetta Parodi, ma ho cambiato nome al dolce perchè la ricetta prevede sia la farina bianca che la farina di mais. E visto che il mais non è propriamente un prodotto italiano ma come sappiamo tipico prodotto americano,l'ho voluta chiamare Torta Americana. Comunque io ho fatto alcuni cambiamenti alla ricetta originaria aggiungendo delle gocce di cioccolato. Consiglio questa torta per la colazione, è molto buona e la farina di mais le da una friabilità molto gustosa.
Ingredienti
  • 110 burro fuso ,
  •  200 zucchero
  • 3 uova,
  • 160 farina gialla(farina di mais, quella per la polenta fioretto),
  •  210 farina bianca 
  • gocce di cioccolato
  • 1 dustina lievito per dolci, 
  • 1 bustina vanilina,
  •  pizzico di sale 
  • 180gr 30’
Preparazione
Mettete in un recipiente la farina bianca setacciata e la farina di mais con il lievito e la vanillina in polvere, il pizzico di sale e mescolate bene, in un'altra ciotola mettete le uova con lo zucchero e amalgamale bene con la frusta, poi aggiungi il burro fuso.
Dopo poco a poco aggiungi le farine e continua ad amalgamare con le fruste elettriche.Se il composto è troppo denso e si attacca alle fruste , aggiungete un goccio di latte e infine un po' di gocce di cioccolato.
Prendete una teglia da forno con la cerniera imburrata e infarinata e versate il composto.
Forno caldo a 180° per 30 minuti, quando la torta è pronta spegnete il forno apritelo leggermente e lasciate la torta dentro per qualche minuto.  Dopo aver sfornato la torta spolverizzatela con lo zucchero a velo.


Buona Colazione.

7 commenti:

Tamtam ha detto...

Bella torta, adatta ad una colazione veloce in casa...ne ho fatta una simile qualche giorno fa compiata dal blog Nettare e ambosia, buona anche quella...capisco le tue sofferenze per gli animali anche io sono così...siamo in un mondo indegno per queste povere creature...mentre scrivo uno dei miei mici mi sta torturando perché deve fare la seconda colazione...l'unica cosa su cui dissento è sul mais...noi siamo produttori di mais, il Friuli Venezia Giulia, produce mais e del migliore, quando facciamo la polenta non compriamo mai americano ma italiano...un caro saluto...se vuoi venire a trovarmi, il mio è un blog tutto di cucina...
http://unpezzodellamiamaremma.blogspot.com

ChefPepe ha detto...

Ciao TamTam, Benvenuta nel mio blog! Ma certo che noi produciamo il mais siamo pieni, Ma prima della scoperta dell'america non esisteva, fu un prodotto che i primi avventurieri nel nuovo mondo portarono nel nostro paese un po' più vecchietto, anche i girasoli e addirittura c'è chi dice che perfino i pomodori furono portati dal nuovo mondo, bè per non parlare del caffè o del cacao...se non vedessi i campi estesi dell'ottimo granturco italiano sarei parecchio ceca! =)
Torna a trovarmi e verrò al più presto sul tuo blog!
A presto

Anonimo ha detto...

Lo assagiata propio ieri è veramente buona,ve la consiglio..Complimenti Cate.

ChefPepe ha detto...

Grazie anonima commentatrice misteriosa.. =) se vuoi oggi puoi venire a testare una nuova torta...sei pronta per un altro test?

Anonimo ha detto...

Oggi non sò se c'è la posso fare ho diversi test da fare,cmq la terrò presente...

Anonimo ha detto...

Ciao cara,
vedo che ami gli animali e così ho letto il tuo profilo e ci ho visto un po' me stessa, soprattutto nella tua devozione verso appunto gli animali (che sono la mia vita)... insomma mi sei stata subito simpatica, il che certo in rete è difficile possa succedere.
Anche io ho una pssione pazzesca x la cucina, ma non ho un blog, ora però conosco il tuo e intendo venirti a trovarti molto spesso!
Ciao da Dany.

ChefPepe ha detto...

Ciao Dany, mi fa piacere che ti sei ritrovata nelle mie parole di amore per gli animali. Quello che mi porta ad avere una passione così grande per gli animali è la convinzione che la loro anima è bella e viva come la nostra, li vedo, provano emozioni, sentimenti, reazioni, e non sono gesti istintivi animaleschi, sono umori e pensieri. Tu puoi sapere cosa prova un cane guardandolo negli occhi. Sono puri, frutto di un disegno divino che non è stato ancora manovrato e inquinato da noi umani, sono originali e veri. No?
Torna a trovarci un bacio
Cat e ChefPepe

Posta un commento