giovedì 3 maggio 2012

Amatriciana...slurp

Sabato un mio Amico Chef ha aperto il suo ristorante in quella che era una vecchia foresteria dellAbbazia di Sant'Eutizio posto incantevole, con tanta di quella storia, religione e natura da far venire i brividi! Il mio amico ha lavorato per anni ad Amatrice ed era il mago dell'amatriciana...l'ho rimangiata sabato e vi assicuro che una bontà così non l'ho mai assaggiata. Il trucco è nella semplicità della preparazione e nella genuinità dei prodotti.
 Ingrendienti per 5/6 persone:
  • Spaghetti De ceccho 600g
  • Guanciale sano 200g
  • 1Kg pelati
  • pecorino romano (io ho messo parmigiano)
  • pepe-peproncino
Preparazione:
Soffriggere il guanciale con un cucchiaio di olio evo.
rosolare bene poi aggiungere il pomodoro, sale, pepe o peperoncino, cuocere per circa 15 minuti.
Scolare la pasta al dente, farla mantecare bene con il sugo aggiungendo abbondante  parmigiano o pecorino.
In un padellino fate diventare croccante la pancetta e quando impiattate il nido di spaghetti aggiungete un po' di guanciale sopra.
Slurp....perchè qualcuno si è leccato i baffi...vero Matto??

3 commenti:

Fr@ ha detto...

Ho visitato l'abbazia di Sant'Utizio e sono rimasta incantata. Si trova in luogo meraviglioso.
Anche io faccio così l'amatriciana senza aglio e cipolla.

grEAT ha detto...

slurp!!!!

irene

ChefPepe ha detto...

L'amatriciana va fatta senza aglio e cipolla...la ricetta che ho messo io è la vera e originale ricetta!!!

Posta un commento